Seleziona una pagina

Agente Immobiliare: come scegliere quello giusto

da | Giu 1, 2021 | L'esperto immobiliare | 1 commento

Condividi:

L’Agente Immobiliare è un professionista nel settore della compravendita di immobili.

Intraprendere da soli il viaggio per la vendita o l’acquisto di una casa può creare non poche paure e perplessità per chi non ha esperienza nel settore. Il rischio è quello di fare una scelta sbagliata e, di conseguenza, perdere tempo e denaro.

Gli Agenti Immobiliari della nuova generazione sono molto più preparati rispetto al passato. Gli esperti di oggi utilizzano la tecnologia per soddisfare i bisogni del cliente e frequentano corsi di aggiornamento. Questi, inoltre, conoscono bene il mercato immobiliare della zona in cui lavorano e sanno instaurare con il cliente un rapporto di fidelizzazione basato sulla loro professionalità.

Ma allora come scegliere l’Agente Immobiliare giusto?

5 consigli pratici per scegliere l’Agente Immobiliare

Ecco per voi cinque pratici consigli da seguire per non sbagliare.

Empatia

Il primo è scegliere un Agente Immobiliare con cui si entra in empatia per sentirsi a proprio agio e allo stesso tempo avere quella professionalità che vi rassicuri nelle decisioni che prenderete.

Questo deve essere una persona preparata che vi sappia spiegare bene le varie fasi della compravendita. Deve darvi consigli e spiegazioni chiare, dandovi una visione precisa e comprovata di ciò che succede e della strategia che ha scelto di adottare. In altre parole, deve essere un vero esperto immobiliare.

Corretta valutazione dell’immobile

Il secondo è quello di scegliere l’Agente Immobiliare che sa valutare (nel caso della vendita) il vostro immobile al prezzo di mercato corretto.

E’ legittimo voler ottenere il massimo risultato dalla vendita del vostro immobile. Attenzione, però, a non cadere nell’errore di scegliere il vostro Agente Immobiliare solo sulla base di una valutazione più alta rispetto agli altri colleghi.

Un Agente Immobiliare preparato vi farà una valutazione corretta del vostro immobile, ne troppo alta (al solo scopo di accaparrarsi l’incarico), ne troppo bassa ( per ottenere la vendita immediata). Anche se questo potrebbe non rappresentare le vostre iniziali aspettative, riuscirà a portare a termine con successo il suo compito in breve tempo ottenendo il massimo risultato possibile.

Serietà

Il terzo è capire se l’Agente Immobiliare a cui volete affidarvi vi sta dicendo la verità.

Ricordatevi che oggi siamo nell’era digitale e vi basta un solo click su Internet per sapere le informazioni lavorative principali che riguardano una persona.

Guardate i profili social, seguite le sue pagine web, leggete le recensioni che gli altri clienti scrivono su di lui.

Nessuno più di un cliente soddisfatto può farvi capire le capacità lavorative di un Agente Immobiliare e il reale valore offerto dalla sua agenzia.

Andate a vedere il sito dell’Agenzia, leggete come vengono pubblicizzati gli immobili, controllate la cura nelle fotografie e se sono evidenziate le statistiche di vendita.

Formazione

Il quarto è conoscere il tipo di formazione che ha l’Agente Immobiliare.

Un esperto del settore non è solo colui che fa questo lavoro da molti anni ma anche e soprattutto colui che si aggiorna e si forma costantemente.

Anche per gli Agenti Immobiliari, così come per gli altri settori, ci sono moltissimi corsi di formazione e aggiornamento poiché il mercato è cambiato molto nel tempo ed è sempre in continua evoluzione.

Gli Agenti Immobiliari devono essere esperti di compravendita ma anche comunicatori capaci di utilizzare strumenti pubblicitari innovativi, web, social ed avere buone competenze di marketing.

Compenso

Il quinto ma non per questo meno importante, è conoscere fin da subito il compenso che si dovrà pagare all’Agente Immobiliare.

La domanda è lecita e deve avere una risposta chiara e precisa.

Gli accordi economici sui pagamenti provvigionali vanno assolutamente presi prima di iniziare la collaborazione tra il cliente e l’Agente Immobiliare.

La provvigione è un compenso stabilito in percentuale variabile in base al prezzo della vendita o dell’acquisto. Ricordate che se un Agente Immobiliare lavora per voi a costo zero molto probabilmente l’impegno che metterà in campo sarà ridotto rispetto ad un Agente Immobiliare che lavora sapendo di ricevere, alla conclusione dell’affare, il proprio compenso.

Non si possono affrontare costi di pubblicità, marketing, collaborazioni con altri colleghi, impegno costante di collaboratori all’interno dell’agenzia se il compenso ricevuto non è adeguato.

Quindi, quando vi rivolgerete ad un Agente Immobiliare ricordatevi di non valutare il compenso dovuto come unico parametro di scelta e farete sicuramente una buona vendita e un buon acquisto!

Condividi:

1 commento

  1. francesco

    bello , un articolo interessante

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Francesco

Francesco

Esperto immobiliare

Mi chiamo Francesco Ceraolo ho 43 anni e sono un agente immobiliare dal 1998.
Ho iniziato a lavorare a Savona, la città dove sono nato e cresciuto, ventitré anni fa appassionandomi da subito all’immobiliare.
Sono un perfezionista, una persona che trova soluzioni empaticamente capace di interagire nei rapporti umani.